QUELLO CHE NON VORREI ESSERE…

Contribuite ad allungare questa lista di “quello che non vorrei essere”. Partecipate sul blog attraverso i commenti oppure scrivete sulla bacheca della pagina facebook di Stressitalia.

1)    Non vorrei essere quelle persone che, nonostante la drammatica crisi dei rifiuti vissuta a Napoli e provincia nei mesi scorsi e che ancora oggi si trascina tra l’incapacità delle amministrazioni locali ed il malcostume della popolazione, continuano a lanciare dal finestrino della propria auto pacchetti di sigarette, fazzoletti di carta, bottiglie di plastica e tante altre belle cose.

2)    Non vorrei essere quella persona che, parcheggiando in doppia fila a Milano, ha causato la morte di un ragazzino di 12 anni investito da un tram mentre era in bici.

3)    Non vorrei essere quei politici che tengono a cuore più le loro poltrone che l’interesse del Paese, trasformando le istituzioni in un affare privato.

4)    Non vorrei essere quei parlamentari che, nonostante siano indagati per reati gravissimi come corruzione o concorso esterno in associazione mafiosa, continuano a esercitare le loro funzioni più che dimettersi.

5)    Non vorrei essere quelle persone che non credono che il nostro Paese abbia le forze per ripartire.

6)    Non vorrei essere quei giornalisti che hanno bisogno di lucidare le scarpe ai potenti di turno per conquistare un po’ di notorietà, perché sanno di non poter contare sui loro meriti.

7)    Non vorrei essere chi, ornato di anelli e collane d’oro, seduto su un patrimonio inestimabile pretende di diffondere la buona novella.

8)    Non vorrei essere chi, con atteggiamenti razzisti e xenofobi, giudica le persone in base alla loro lingua, al colore della loro pelle, alle loro usanze o peggio ancora in base al loro orientamento sessuale.

9)    Non vorrei essere chi ritiene che esistano guerre giuste, sante o necessarie, senza considerare la distruzione  che esse portano con sé.

10) Non vorrei essere chi non vive la propria vita intensamente, non prova a realizzare i propri sogni, non ha passioni.

About these ads
Contrassegnato da tag , , ,

19 thoughts on “QUELLO CHE NON VORREI ESSERE…

  1. Mary scrive:

    Non vorrei essere una di quelle persone aride che fa le cose solo per un secondo fine e non per il piacere di rendere un’altra persona felice.
    Non vorrei essere una giornalista che deve mettere una maschera ai fatti e dire che va tutto bene, mentre le cose colano a picco e deve asservire il padrone

  2. Giovanni il Biondo scrive:

    Non vorrei essere un cinico, opportunista, un burattino senza più sogni…e soprattutto non vorrei essere Domenico Armatore!!!

  3. davide scrive:

    Non vorrei essere il solito italiano che vive per una macchina e 2 vestiti firmati, quelle persone che preferiscono comprare una scarpa hogan e poi ritrovarsi a mangiare solo pane la sera….Purtroppo è questa l’italia e questo il paese dove vivo(ancora per poco), un paese dove tutto ciò che conta si pone su basi materiali… Non è questo che ho cercato nella mia vita è mai lo cercherò….il problema dell’italia e degli italiani è che guardano il loro paese come se fosse il mondo ma ciò non è! Ho visto in altri paesi persone guadagnare dall’immondizzia che c’è nelle strade è non creare problemi come qui da noi! ho visto stati aiutare economicamente persone che vengono da altri paesi qui non riescono nemmeno ad aiutare noi! potrei continuare all’infinito ma gia questo rende l’idea!

  4. nico scrive:

    Non vorrei essere una delle tantissime persone che riscaldano le sedie in sedi statali percependo stipendi stratosferici portando zero di utilità allo stato ITALIANO; lamentandosi andando in tv (tra l’altro emittente statale) dichiarando di esser POVERI nonostante il loro introito mensile che è pari a 10 volte a quello di una persona stipendiata.

  5. francesca cattolico scrive:

    Non vorrei essere travolta dalla superbia!!!
    Prendiamo il denaro. L’avidità induce certamente un uomo a desiderare di possederne, per avere una casa più bella, vacanze più piacevoli. Che cosa spinge un individuo che ha diecimila sterline all’anno a volerne ventimila?
    A spingerlo è la superbia – il desiderio di essere più ricco di qualche altro ricco, e (ancor più) il desiderio di potere. Perché ciò di cui soprattutto gode la superbia è il potere: niente fa sentire tanto superiori agli altri quanto la possibilità di manovrarli come soldatini di latta. Che cosa spinge un leader politico o tutta una nazione a pretendere sempre di più? Ancora la superbia. La superbia è competitiva per sua natura: per questo non si placherà mai…

  6. Joe scrive:

    Non vorrei essere uno di quei tanti italiani che guardano grande fratello e uomini e donne……la vera rovina dell’Italia!!!!

  7. Astrid Aubry scrive:

    non vorrei essere quel professore che per il mero gusto di sentirsi superiore …. rende difficili, ostici ed inaccessibili dei concetti semplici ….
    insomma, non vorrei essere chi non sa condividere per crescere!!!!!

  8. Astrid Aubry scrive:

    ah dimenticavo anche io come il Biondo non vorrei essere Domenico Armatore!!!!

  9. Domenico D'Onofrio scrive:

    Non vorrei essere italiano…troppo facile, allora:
    Non vorrei essere chi ha fatto e fà di tutto per cancellare la storia e il “sentire comune” che troppe poche volte si è manifestato in questo paese per farlo unico, e più grande.
    A unire c’hanno rimesso la vita in tanti, penso soprattutto a quelli che hanno fatto la Resistenza e che credevano in un’ideale di patria che oggi in tanti da Nord a Sud ignorano completamente.
    A dividere sono buoni tutti, soprattutto quando basta mettersi un cappello da vichingo e bere l’acqua del Pò da un’ampolla, oppure inneggiare a regnanti spagnoli che erano tanto buoni con le proprie colonie.
    Infine sì, me lo concedo:
    “O partigiano portami via, che mi sento di morir!”

  10. LaCele scrive:

    NON VORREI ESSERE SOLO PAROLE
    MA PORTARE AVANTI IL MIO PROGETTO, VADA COME VADA, CONTRO UN PO’ TUTTI E TUTTO, MA DETERMINATA!
    http://www.controimuliniavento.wordpress.com

  11. Antonio Mascio scrive:

    Grande Domè gli ultimi tre punti dovrebbero essere alla base della vita! e…io non vorrei essere Giovanni il Biondo!!!

  12. giglio scrive:

    non vorrei non essere italiana ….nonostante tutto amo il mio paese e non vorrei essere una di quelli che non muovono il cu@@o x cambiarlo

  13. Angela Boccia scrive:

    Più che parlare di quello che non vorrei essere, perchè penso che così ci si trovi in un punto fermo, vorrei parlare di ciò che vorrei diventare, di quello a cui possiamo ambire e dell’importanza del cambiamento. Perchè io ci credo.
    Vorrei una vera trasformazione interiore per far emergere il massimo potenziale umano, vorrei guardare al di là delle mie preoccupazioni personali e agire per il bene altrui, vorrei una società basata sulla compassione e sul rispetto per la dignità della vita di tutti gli esseri umani, vorrei che finissero i lamenti e che ognuno si prenda la responsabilità delle proprie azioni, vorrei che chi non crede in sè stesso cambiasse idea perchè se solo ti poni un obiettivo e ci credi davvero, lo raggiungerai.

    Ah dimenticavo: anche io non vorrei essere Domenico Armatore!

    • Donatella scrive:

      Mai parole furono più giuste (per me naturalmente)!!! Fermarsi a considerare i limiti della società solo il tempo necessario ad escogitare il modo per superarli. Un modo che sia frutto di entusiasmo, caparbietà e comprensione.
      Non vorrei essere chi resta a guardare dietro il vetro opaco.
      Voglio essere chi è in mezzo agli altri, con gli altri, ma non uguale a loro, nel rispetto dell’unicità della diversità e nella convinzione della propria straordinarietà.
      Siamo tutti indispensabili al cambiamento!!!

  14. Antonio C. scrive:

    Non vorrei essere chi pensa che il proibizionismo sia una cosa utile e necessaria per la società, perché è tutta una balla. Serve solo a mantenere gli equilibri con la criminalità organizzata, così “ce pon magná a’copp”.

  15. gim scrive:

    Non vorrei essere il “sempre più comune” giovane italiano che si deve vedere costretto ad andare all’estero per realizzare i propri obiettivi. A chi mi consiglia di andare fuori per provare a svoltare questa vita, vorrei rispondergli che prima di fare una cosa così, voglio provare a fare bene a casa mia!

  16. manuel ferlisi scrive:

    Non vorrei essere nessun altro….mi auguro un giorno di poter sfruttare a pieno ciò che posso essere IO..senza dover fare affidamento a persone leggi,pseudo cambiamenti,idee e pensieri altrui…Guerre,crisi,razzismo,speculazioni,ricchi,poveri sono “problemi” vecchi come il mondo…cosa vogliamo sperare ancora?? “chi fa da se fa x tre si dice no??!!!l di secondo nome faccio Cinico!!

  17. Lorenzo scrive:

    Non vorrei mai essere una di quelle persone che non parla per non sbagliare…..ne voglio essere mai un Panettone di Natale presente negli scaffali di un Supermercato già ad Ottobre…ne essere meno ignorante di quanto sono!

  18. ROSSELLA scrive:

    NON VORREI MAI ESSERE UNA PERSONA MEDIOCRE E DISINTERESSATA. COME QUELLE CHE SI LASCIANO SCORRERE ADDOSSO I PROBLEMI POLITICI (QUELLI SERI) SOSTENENDO CHE TANTO IL FATTO NON è LORO. NON VORREI MAI DIVENTARE UNA DI QUELLE PERSONE ABITUATE E, QUINDI, INDIFFERENTI ALLO SCHIFO CHE CI CIRCONDA, PERCHè FINCHè CERTE COSE CI SCONVOLGONO C’è SPERANZA DI CAMBIAMENTO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: