FORZA FACEBOOK, FORZA TWITTER, FORZA WEB!!!

Quello che è successo nei paesi del nord Africa in questi ultimi mesi dimostra il potere che la tecnologia ha nel condizionare gli andamenti dei processi storici. Paesi come l’Egitto, la Tunisia e la Libia (speriamo presto anche la Siria), hanno conquistato la loro libertà, rovesciando regimi  tirannici che li avevano privati dei loro diritti fondamentali, nonché delle loro dignità. Ma, ahimè, la libertà ha sempre un prezzo, così migliaia di persone hanno dato (e stanno dando) la vita per una causa che per loro è fondamentale. Erano anni che questi popoli subivano soprusi, torture, violazioni di ogni genere, eppure solo negli ultimi mesi hanno iniziato a ribellarsi. Per quale motivo? Perché la primavera araba non è sbocciata prima, magari qualche anno fa? Ebbene, è evidente che i social network, come Twitter e Facebook, hanno rappresentato per i rivoltosi un’opportunità, un luogo d’incontro, un’agorà virtuale nella quale potersi parlare liberamente ed organizzare manifestazioni che hanno portato in piazza milioni di persone. Una cosa straordinaria, unica: un soffio di libertà ha sollevato il velo dell’angoscia che attanagliava questa gente da anni.

Ma anche guardando a quello che è successo in Italia negli ultimi mesi, si capiscono le infinite opportunità che internet in generale ed i social network in particolare offrono. La vittoria del referendum sulla gestione pubblica dell’acqua (insieme ad altri quesiti, come il legittimo impedimento) è stata possibile grazie ad una partecipazione attiva della società civile su Facebook e Twitter, una vera rivincita dei cittadini nei confronti di una politica sempre più corrotta e distante dal proprio elettorato. Questo significa che internet è libertà, aggregazione, possibilità di cambiamento, meritocrazia, democrazia. Allora è facile capire perché si cerca da più parti di censurare la Rete, introducendo una regolamentazione che ne limiti le reali potenzialità. Sia il primo eG8 di Parigi, un forum all’interno del G8 voluto dal presidente francese Sarkozy per discutere delle possibili forme di regolamentazione del Web, sia l’ultimo IGF (internet governance forum) in Kenya vanno proprio in questa direzione.Ma qualsiasi mossa rivolta ad imbavagliare la rete si rivelerà vana.

Al contrario, tutti noi dobbiamo capire che grazie ad internet possiamo costruire un mondo migliore, dove ognuno al pari dell’altro è nodo di una rete potenzialmente infinita, dove non ci sono gerarchie se non quelle basate sul merito. Ed allora, non ci resta che dire: forza Facebook, forza Twitter, forza Web!!!

 

About these ads
Contrassegnato da tag , , ,

3 thoughts on “FORZA FACEBOOK, FORZA TWITTER, FORZA WEB!!!

  1. Antonio C. scrive:

    Parole sante…. Come non essere d’accordo, quando di fronte a tali eventi di tale grandezza, si ha la prova che senza il WEB, magari, non sarebbe successo nulla. Il problema che mi assale è che, allo stesso tempo, i nuovi strumenti tecnologici nella loro evoluzione tendono a darci una visione della realtà distorta. So che questa non è una regola, ma può accadere. Con questo dico “viva il WEB! Ma non dimentichiamoci mai del rapporto face to face, quello vero, che ci accomuna e che ci identifica in cose reali”.

  2. rossssss scrive:

    come ogni cosa, anche il fenomeno “social network” è una medaglia a due facce:
    può rappresentare azzeramento di distanze, urlo di libertà;
    ma attraverso di essi offriamo, a volte inconsapevolmente, i nostri pensieri nudi a chi potrà, in questo modo,trovare le debolezze della massa e quindi controllarla.

  3. lillocarillo scrive:

    “le doppie facce” o “la mancanza di una vita sociale” sono modalità che si innescano quando una persona ha la necessità: o di nascondersi, o di crearsi una doppia identità, o perché soffre di malattie che nn c’entrano nulla con il web.
    internet insieme a tutti i suoi social network è una di quelle (poche) cose belle che noi ragazzi degli anni novata stiamo vivendo. e la stiamo vivendo nella sua forma migliore, cioè, libera!
    mai al mondo intero è stata data un’occasione del genere!
    e prima delle già annunciate censure, senza troppi “se..” e senza troppi “ma..” godiamoci questo immenso sapere!
    vi stimo fratelli e sorelle internettosi!
    L.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: